Capodanno 2021 e il nuovo DPCM

Capodanno 2021 e il nuovo DPCM

Il nuovo DPCM è stato approvato ed entrerà in vigore dal 4 Dicembre fino a metà Gennaio.

Le regole e le restrizioni imposte, servono per evitare la terza ondata epidemica e tenere sotto controlla la curva epidemiologica della pandemia.

Purtroppo, come già immaginavamo, questo sarebbe stato un Capodanno a Milano diverso, ora ne abbiamo la certezza.

Capodanno 2021, facciamo chiarezza

Tra il coprifuoco, gli spostamenti tra le regioni o in comuni diversi, orario dei negozi prolungato, ristoranti chiusi, sono tanti i dubbi che girano intorno al periodo del Capodanno 2021. Ma facciamo subito un pò di chiarezza.

Gli spostamenti saranno vietati in tutta Italia dal 21 Dicembre e fino al 6 Gennaio, quindi sono vietati anche gli spostamenti per raggiungere le seconde case. Inoltre sono bloccati anche i viaggi.

Il Consiglio dei Ministri ha infatti approvato il decreto legge che blinda per Natale e Capodanno ognuno dentro i propri confini comunali.

Quindi nessuna deroga al divieto di mobilità durante le festività, è molto chiaro: dal 21 dicembre e fino al 6 gennaio è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome e il 25/26 dicembre e il 1 gennaio ogni spostamento tra i comuni, salvo per comprovate esigenze lavorative, necessità o salute.

Anche tutti i servizi di crociera da parte delle navi passeggeri di bandiera italiana saranno sospesi dal 21 dicembre al 6 gennaio.

Tante restrizioni e poche possibilità per queste vacanza natalizie 2020.

Notte di Capodanno 2021 ai tempi della pandemia

Secondo il DPCM è consentito il rientro alla residenza, al domicilio o abitazione con esclusione delle seconde case in altra regione o provincia autonoma e nelle giornate del 25, 26 Dicembre e 1 Gennaio anche ubicate in altro comune.

I ristoranti saranno aperti per il pranzo a Natale, Santo Stefano, Capodanno e l’Epifania. Sarà quindi possibile pranzare fuori però il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi.

Inoltre prima di Natale tutta l’Italia diventerà zona gialla, consentendo a bar e ristoranti di restare aperti fino alle ore 18:00.

Il servizio di consegna a domicilio resta attivo, si potrà quindi optare per un cenone a casa, con i parenti più stretti, facendosi consegnare il menù delle feste direttamente a casa.

Anche i ristoranti all’interno degli hotel chiuderanno alle ore 18:00 per la cena al tavolo di Capodanno. La ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive è consentita solo con servizio in camera.

La soluzione potrebbe essere una cena food box servita in camera durante la vigilia di Capodanno e un brunch di Capodanno il 1 Gennaio, fino alle ore 18:00.

Un Capodanno indubbiamente diverso, ma con la speranza che il nuovo anno ci riporti alle nostre vecchie e tanto amate tradizioni.

Se passerai il capodanno in casa potrebbe interessarti come divertirsi a Milano rispettando la quarantena con il cocktail a domicilio e magari nell’attesa scegliere i 5 look perfetti per passare il capodanno a casa.