Capodanno 2024 tra i dazi di Milano

Notte di fine anno assolutamente indimenticabile per la proposta del Deseo, situato tra i meravigliosi dazi di Milano.

Il locale Deseo è situato nella suggestiva cornice dell’Arco della Pace e si presenta come una struttura esclusiva ed elegante.

Deseo è una location unica nel suo genere, dove La tradizione dello stile Déco Meneghino si fonde ad un design contemporaneo e raffinato, contaminato da influenze Pop e Underground.

Caratterizzato da forme moderne e geometriche in cui il calore del personale, l’effetto accogliente creato da luci soffuse e la musica lounge generano un’atmosfera perfetta per una notte di fine anno indimenticabile.

Per la speciale notte di Capodanno 2024, il Deseo Milano propone una festa all’insegna del buon gusto e del divertimento.

Si inizierà la lunga notte di divertimento alle ore 20:45 con una ricca e prelibata Cena cantata live a cura di ALESSANDRO D’INCECCO.

Nel dopocena ci si sposterà all’adiacente locale DAZI per continuare a ballare e scatenarsi fino alle prime ore del nuovo anno.

Dazi Milano è un suggestivo bistrot all’interno di una location storica e unica nel suo genere, chiusa al pubblico per diversi anni e utilizzata solo ed esclusivamente per qualche evento sporadico e privato.

La struttura si presenta ricca di fascino, raffinata ed elegante, caratterizzata dalla sua volta alta ben 15 metri, tra pietre originali e sterminate vetrate, per una notte di Capodanno affascinante e all’insegna del divertimento sfrenato.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni: CLICCA QUI.

blog239 febbraio 24, 2024

LA ORIGINI DEI DAZI MILANESI

La storia dei dazi a Milano, come in molte altre città e regioni, è complessa e legata a vari contesti storici, economici e politici.

Milano è stata a lungo un importante centro commerciale e finanziario, e la questione dei dazi è stata centrale nel corso dei secoli.

Di seguito sono riportati alcuni punti salienti riguardanti le origini dei dazi milanesi:

  • Epoca Medievale: Durante il periodo medievale, Milano era una città importante nel contesto europeo per il commercio e l’artigianato. I dazi erano spesso imposti per finanziare le spese pubbliche, come la manutenzione delle mura cittadine o la difesa militare.
  • Dominio Sforza e Visconti: Sotto il dominio delle famiglie Sforza e Visconti, Milano continuò a prosperare come centro economico. I dazi erano utilizzati per finanziare progetti architettonici e militari.
  • Periodo Spagnolo e Austriaco: Nel XVI e XVII secolo, Milano fece parte del Ducato di Milano sotto il controllo spagnolo e successivamente austriaco. Durante questo periodo, furono introdotte varie politiche commerciali e dazi per regolare il commercio e aumentare le entrate.
  • Unità d’Italia: Con l’Unità d’Italia nel 1861, Milano divenne parte del Regno d’Italia. Durante questo periodo, ci furono riforme doganali e tariffarie che ebbero un impatto sui dazi e sul commercio internazionale.
  • Periodo Moderno: Nel corso del XX secolo, Milano ha continuato a svilupparsi come un centro economico e finanziario. Con l’entrata nell’Unione Europea e l’adozione dell’euro, le dinamiche commerciali e dei dazi sono state influenzate dalle politiche comuni dell’UE.

È importante notare che la storia dei dazi è complessa e legata a una serie di fattori politici ed economici che hanno influenzato Milano nel corso dei secoli.

Molti di questi dazi erano destinati a finanziare il governo, le infrastrutture e le necessità militari della città.

L’evoluzione dei dazi a Milano è parte integrante della storia più ampia dell’Italia e della sua partecipazione agli sviluppi economici e commerciali europei.